"Berlin" di Fabio Geda e Marco Magnone

Adolescenti che dirigono la città di Berlino

« Tutto l’amore che vorremo lasciare sulla terra, dietro di noi, prima di morire, è difficile chiuderlo dentro delle parole. »

“È l’aprile 1978: sono passati tre anni da quando un misterioso virus ha decimato uno dopo l’altro tutti gli adulti di Berlino. In una città spettrale e decadente, gli unici superstiti sono i ragazzi e le ragazze divisi in gruppi rivali, che ogni giorno lottano per sopravvivere con un’unica certezza: dopo i sedici anni, quando meno se lo aspettano, il virus ucciderà anche loro.”

Ho comprato questo romanzo in Italia in una libreria chiamata Alfabeta. Il libraio, Massimo, me l’aveva consigliato, dicendo che era un libro molto bello, adatto ai ragazzi. “Berlin, i fuochi di Tegel”, di Fabio Geda (autore del libro “Nel mare ci sono i coccodrilli”, che stranamente ha completamente cambiato genere) e Marco Magnone, mi è piaciuto un sacco. Una cosa che mi ha molto stupita sono stati i capitoli; si, perché sono molto corti. E io, che ero abituata ai capitoli di “Harry Potter”, lunghissimi, è stato un gran cambiamento. Ma ci ho preso la mano.

Mi sono molto affezionata a certi personaggi. Il libro è stato scritto in modo semplice e facile da leggere. Secondo me non c’è IL personaggio principale; sono stati diversi ragazzi ad essere protagonisti della storia, ciascuno al suo turno. In parallelo alla vera storia (quella che succede in 1978), ci sono diversi flash-back, che aiutano a capire i personaggi, la storia se stessa anche.

Il concetto di immaginare un mondo senza adulti, senza più leggi, e scriverci una storia sopra è stata una bella idea trovo. Trovo il libro proprio adatto ai ragazzi della mia età, e, anche se siete un’adulto, ve lo consiglio proprio. Questo libro mi ha insegnato tante cose.

"Berlin"

La copertina del libro.

E voi, quale sono le vostre letture? Io ho appena cominciato il libro “La luna è dei lupi”, di Giuseppe Festa; quando l’avrò terminato, vi dirò poi la mia impressione. Buona lettura!

5 Responses to Adolescenti che dirigono la città di Berlino

  1. Marisa 24 agosto 2016 at 21:02 #

    Io ho appena letto ” una famiglia quasi perfetta” un thriller di Jane Shemilt. Mi è piaciuto molto, è la storia avvincente di una famiglia che crede di avere una vita perfetta, ma che si sgretola quando la figlia quindicenne non fa più ritorno a casa.

    • Nina 25 agosto 2016 at 9:54 #

      Spero di avere l’occasione di leggerlo, mi interessa molto!

  2. marilena-bruno 24 agosto 2016 at 21:20 #

    Ciao Nina, sto leggendo “Pinna morsicata” ultima fatica del grande Cristiano Cavina, ti saprò dire. Buone letture,ciao

    • Nina 25 agosto 2016 at 9:55 #

      Si, mi dirai come ti è sembrato. Buona lettura!

  3. marilena-bruno 28 agosto 2016 at 11:35 #

    Ciao, come sta andando la lettura di Montalbano…con la sue parole un pò strane ed a volte incomprensibili ma sempre molto colorite e buffe????
    Io sto leggendo Romagna mia di Cristiano Cavina…in realtà avevo iniziato Pinna Morsicata ma l’ho passato a Bruno perchè era al momento senza libro di lettura; ho appena finito un Maigret ed ora mi rilasso con le simpatiche storie del casolano Cavina….mi sembra di sentire parlare una via collega anche lei di Casola Valsenio!!
    Ciao, Marilena

Lascia un Commento