"La luna è dei lupi"

“La luna è dei lupi” di Giuseppe Festa

« Quello era il momento della giornata che Rio preferiva. Un attimo sospeso tra il giorno e la notte, tra la luce e l’oscurità. Incerto, indefinito. Un po’ come si sentiva lui. Un ululato giunse aggrappato al vento. Rio riconobbe il tono greve e potente di Grigio che chiamava a raccolta il branco. La notte invitava a una nuova caccia. »

Questo romanzo è piuttosto recente. Racconta la storia di un branco di lupi, e in parallelo a quest’avventura nella foresta (ma non solo), c’è la storia di Lorenzo, un ragazzo, che studia i lupi. La storia succede negli Appennini.

“Per un attimo pensò che la Luna lo avesse abbandonato. Poi, improvvisa, la udì. La voce di un bambino.”

Senza nascondervelo, ho messo un po di tempo ad immergermi nella storia. Ma poi, ce l’ho fatta.

Questo romanzo non è un romanzo qualsiasi. È un inno alla natura, alla libertà.

E poi, ho imparato molte cose sui lupi, che ignoravo totalmente. Penso, che no fa male di entrare nella mente di un’animale selvaggio di tanto in tanto; ci mostra tutti gli orrori che un umano è capace di fare.

Giuseppe Festa, lo scrittore, a proprio una bella piuma. Tutto è descritto molto bene, e il romanzo si legge piuttosto bene. Sono 249 pagine da leggere; ma sono stata abbastanza veloce a leggerle.

Se amate i lupi, la natura, leggete questo romanzo. Tuffatevi in questa natura, che spesso dimentichiamo.

"La luna è dei lupi"

Libro “La luna è dei lupi” di Giuseppe Festa

 

5 Responses to “La luna è dei lupi” di Giuseppe Festa

  1. Marisa 26 ottobre 2016 at 16:08 #

    ….e brava Nina, mi sorprende sempre la tua maturità. Si vede che la mia esperienza con gli adolescenti è lontana.

    • Nina 31 ottobre 2016 at 9:49 #

      È normale ; sono certa che Lucio e Mattia erano molto maturi anche loro.

  2. Marilena 27 ottobre 2016 at 20:54 #

    Già già, il libro è scritto con un italiano scorrevole e perfetto; intanto che ero lì da te lo avevo iniziato, ma non sono arrivata fino in fondo, pensavo di avere intuito il finale, ma mi manca ed ora lo ricordo appena…..quando verrai in Italia trova un posto in valigia per il libro se puoi così lo leggo fino in fondo!!!!

    • Nina 31 ottobre 2016 at 9:50 #

      Te lo porto (spero giusto di non dimenticarmelo a casa, allora, se non ti dispiace, potresti ricordarmelo? ^^). 😉

  3. Marilena 6 novembre 2016 at 20:20 #

    Ci provo!

Lascia un Commento